giovedì 14 febbraio 2019

Pane con farina di castagne e noci

Eccoci nella settimana più romantica dell'anno.. che poi.. io non festeggio San Valentino da un'eternità.. l'amore si deve dimostrare sempre!
Quindi.. mentre in tutto il web impazzano ricette a tema.. io vado controcorrente come sempre 😃

Dopo aver provato questa farina nei dolci.. ero curiosa di sentire il gusto che avrebbe conferito al pane.. Un impasto semplice... senza poolish.. utilizzando la mia pasta madre bella matura.. riposo in frigo per esigenze legate al tempo.. e poi lievitazione di circa 8 ore in forno con luce accesa.. Ho voluto aggiungere anche le noci.. Ovviamente è un pane diverso.. più rustico e compatto.. data anche la mia scelta di voler usare farine poco raffinate e piuttosto pesanti.. e con una bella crosta croccante! 
E' ottimo gustato con salumi e formaggi.. ma anche da solo o con del miele :-D

Pane con farina di castagne e noci


Ho impastato con la planetaria.. ma nulla vi vieta di farlo a mano..

Ingr.:
gr. 270 di farina tipo 1
gr. 50 di farina integrale
gr. 80 di farina di castagne
gr. 130 di pasta madre matura
gr. 250 di acqua a temperatura ambiente
gr. 10 di sale 
gr. 5 di miele (o malto)
gr. 60 di noci

Preparazione:
Rinfrescate la pasta madre e attendete che sia matura (circa 3/4 ore)
Nella ciotola della planetaria riunite le farine e 250 gr di acqua, azionate con la frusta "K" e fate andare per 1 minuto (anche meno) a velocità 2, giusto il tempo che l'acqua venga totalmente assorbita dalla farina, otterrete un impasto "stracciato". Coprite e mettete in riposo autolitico per circa 2 ore.
Trascorso il tempo sciogliete un pò la pasta madre nei restanti gr. 50 di acqua dopodiché versate nella ciotola della planetaria, unendo anche il miele.
Fate partire la planetaria a velocità 2 per un minuto, dopodiché sostituite la frusta con il gancio e fate impastare per 5 minuti. Unite il sale e fate impastare per 5 minuti e da ultimo aggiungete le noci spezzettate e fate impastare giusto il tempo che siano amalgamate. 
Coprite l'impasto e fate riposare per 30 minuti. 
Riprendete l'impasto, trasferitelo su un piano, fate un paio di giri di pieghe a "3", coprite e fate riposare per 30 minuti. 
Riprendete l'impasto, fare un altro paio di giri di pieghe a "3", coprite nuovamente e fate riposare per 30 minuti.
Riprendete l'impasto, fate un ultimo giro di pieghe a "3", pirlate per ottenere una palla e mettete l'impasto con la chiusura rivolta verso l'alto, in uno scolapasta rivestito di canovaccio cosparso di farina. Coprite con la pellicola e fate lievitare fino quasi al raddoppio, questo impasto non crescerà tantissimo (io per necessità ho messo l'impasto in frigo per 16 h, poi l'ho fatto stare 1 ora a temperatura ambiente e infine in forno spento con luce accesa per circa 7 ore).
Trascorso il tempo, riscaldate il forno a 250° con dentro anche la teglia sulla quale cuocerete il pane e alla base un pentolino di acciaio.
Ribaltate delicatamente l'impasto su un foglio di carta forno e praticate i tagli con un coltello affilato o una lametta. 
Quando il forno avrà raggiunto la temperatura, estraete velocemente la teglia, posizionate il pane con tutta la carta forno, rimettete in forno e nel pentolino alla base, mettete qualche cubetto di ghiaccio (così si creerà vapore che aiuterà anche il formarsi della crosta)
Cuocete per 15 minuti a 250° dopodiché abbassate la temperatura a 200° e cuocete per 15 minuti circa, poi abbassate a 180° e cuocete per 10 minuti + 5 con lo sportello del forno a fessura, ovvero bloccato con un mestolo di legno. 
Il pane sarà cotto quando battendo sul fondo con le nocche sentirete un rumore come fosse vuoto.
Fate raffreddare fuori dal forno su una gratella.

Prova una mia ricetta e taggami su Instagram.. usando il tag #myricettarium.. così vedrò cosa avete realizzato!

12 commenti:

  1. Fantastico...mi piace tantissimo l'aspetto di questo pane: troppo invitante così rustico e goloso...buona settimana, baci!

    RispondiElimina
  2. Urca! Clà, quanto mi piace questa versione di pane! Due fette in cui imbottirei il salame cacciatorino e sarei in paradiso.😋 È un rustico e delizioso modo per festeggiare qualsiasi bella occasione. Complimenti per l'idea geniale! Buona settimana. Un bacio super.💖

    RispondiElimina
  3. Sai che non ho mai provato la farina di castagne nel pane? questa pagnottona mi ricorda tanto i pani nordici. deve essere ottimo sia gustato in versione dolce che con formaggi saporiti tipo gorgonzola o speck

    RispondiElimina
  4. Ma quale dimostrazione d'amore più sincera di un pane fatto in casa??!! Anche noi di solito non si festeggia San Valentino se non con una cenetta curata da me rigorosamente nella pace della nostra casina..ma quest'anno si va a cena fuori e il pargolo con i nonni..ogni tanto ci vuole e questa è un'occasione che non mi lascio di certo sfuggire 😅

    RispondiElimina
  5. Non so una fan del S. Valentino, mi sono limitata a dare due suggerimenti per un menù che possono essere spese in qualsiasi occasione speciale. Come il tuo pane caldo e avvolgente in ogni occasione in cui si vuole trasmettere amore. Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  6. Deve essere buonissimo!!! La crosta..., mi sembra di sentire la consistenza e il gusto! Complimenti a Riccardo! Per la scelta ;)

    RispondiElimina
  7. anche io stasera mangerò el pane alle noci ma purtroppo è comperato....mi devo accontentare di ammirare il tuo ! Un bacione

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutte, sono contenta che vi sia piaciuto 😉

    RispondiElimina
  9. non ho mai provato la farina di castagne nel pane, che bello il tuo, da provare!!

    RispondiElimina
  10. Chi sa che profumino, amo le noci e immagino che buono !

    RispondiElimina
  11. Tu coi lievitati sei proprio il top! Chapeau amica mia ...

    RispondiElimina

I commenti solo per invitare a contest, donare premi, pubblicizzare blog o prodotti o per farsi votare ricette, verranno eliminati!

Top blogs di ricette Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette