giovedì 11 gennaio 2018

Ciabatta integrale allo zafferano

Buongiorno!!! archiviate definitivamente le feste.. mentre si ripongono albero e palline.. si fa il programma per una "remise en forme".. che dopo tutte ste mangiate.. ci vuole!!!!
Intanto... io sogno l'estate :-D

A scrivere questo post.. non so davvero da dove iniziare.. Bè forse si.. da quando ho scoperto il meraviglioso blog di Sylvain.. e la sua ricetta del pane ciabatta a lievitazione naturale.. ad alta idratazione.. Mi sono subito innamorata delle sue foto.. e della descrizione dettagliata della ricetta.. con tanto di video esplicativi... Il rinfresco della pasta madre con dosi di acqua e farina diverse dalle mie... la lavorazione dell'impasto in velocità diverse.. la formazione delle ciabatte.. insomma tutta una procedura nuova per me..  Ho voluto provare quanto prima... 

Ciabatta integrale allo zafferano

Sapevo che utilizzando parte di farina integrale non avrei ottenuto i buchi giganteschi del suo pane.. ma il risultato mi ha soddisfatta moltissimo.. sia in termini di alveolatura.. che di consistenza e di sapore!!!
Una crosta croccantina.. un interno morbido.. un pane super digeribile e leggero!

Ciabatta integrale allo zafferano
Cercherò di spiegarvi bene tutta la procedura.. ma per i video.. e la ricetta originale vi rimando da Sylvain..

Ingr.: per due ciabatte
gr. 250 di farina 0
gr. 175 di farina integrale
gr. 290 di acqua
gr. 60 g di olio extravergine di oliva
gr. 160 g di pasta madre (rinfrescata al 120%, ovvero: gr. 50 di pasta madre, gr. 50 di farina 0 gr 60 di acqua)
gr. 10 di sale
1 cucchiaino di miele
1 bustina di zafferano

Preparazione:
Iniziate rinfrescando la pasta madre con le dosi indicate, e attendete 3/4 ore che sia raddoppiata e bella matura.
Nella ciotola della planetaria versate tutta la farina e l'acqua e fate partire la planetaria a velocità minima con la frusta K (potete fare il tutto anche a mano) per qualche istante, giusto il tempo di fare assorbire tutta l'acqua, dopodiché spegnete, coprite con pellicola e fate riposare in autolisi per 30 minuti.
Trascorso il  tempo sostituite la frusta con il gancio, unite la pasta madre matura e il miele e fate ripartire la planetaria a velocità 1 per 2 minuti, poi a velocità 2 per 1 minuto, poi a velocità 3 per 1 minuto e a velocità 4 per 1 minuto; fate riposare l'impasto per 5 minuti. 
Impastate nuovamente a velocità 1, aggiungete poco alla volta il sale e a filo l'olio nel quale avrete sciolto lo zafferanno, facendo attenzione ad aggiungere altro olio solo quando il precedente sarà bello assorbito. 
Dopo avere finito di aggiungere l'olio, aumentate progressivamente la velocità fino al livello 4 e continuate ad impastare finché l'impasto non sarà amalgamato e si staccherà dalle pareti. 
Ps: La durata dell'impasto finale dipenderà dal tipo di farine che avrete usato, se avranno assorbito più o meno acqua e sarà più o meno liquido. È preferibile lavorare alternando brevi impasti con il riposo in modo da non surriscaldare la massa, soprattutto nella stagione estiva. Inoltre, in questo modo sarà più facile controllare lo stato e la struttura dell'impasto.
Versate l'impasto su un piano leggermente infarinato e iniziate a fare le pieghe sbattendo l'impasto velocemente sul piano e ripiegando su se stesso tipo stretch and fold (Qui il video di Sylvain che meglio spiega come fare), dopodiché coprite e fate riposare per 5 minuti (io ho ripetuto questo passaggio pieghe/riposo per ben 4 volte, perché il mio impasto, dato anche l'utilizzo di parte di farina integrale che assorbiva poco la farina, era più morbido di quello di Sylvain). Insomma regolatevi voi di quante pieghe e riposi fare, dovrete ottenere un impasto che si staccherà e sarà ben incordato. Per capire quando l'impasto sarà incordato, prendete una piccola porzione di impasto, tiratela e allargatela, vedrete che sarà bella elastica fino a diventare trasparente senza rompersi.
A questo punto, prendete il vostro impasto e trasferitelo in una ciotola leggermente unta, copritelo con pellicola e fate lievitare per 4 ore (io forno spento con luce accesa), vedrete che sarà quasi raddoppiato.  Dopodiché trasferite l'impasto in frigo ad una temperatura di 4°-5°. 
L'impasto potrà restare in frigo per 48 ore se avrete utilizzato farine che reggono lunghe lievitazioni, oppure come nel mio caso max 24 ore visto che ho utilizzato farina 0 non troppo forte e parte di farina integrale; il vostro impasto comunque sarà raddoppiato
A questo punto versate l'impasto su un piano rivestito di carta forno bella infarinata, tagliate in due l'impasto e preformate le vostre ciabattine (ognuno ha il suo metodo, io ho seguito quello di Sylvain, Qui potrete vedere il suo video esplicativo). Dopo avere preformato le ciabattine, fatele riposare per 45 minuti e nel frattempo scaldate il forno, funzione statico, a 275° (il mio arrivava fino a 250°!)
Adagiate le ciabattine preformate con tutta la carta forno su la lastra del forno, versate un filino di olio sulla superficie, ungetevi i polpastrelli di olio e fate dei buchini delicatamente sulla superficie delle ciabattine senza pressare troppo (vedrete delle bolle comparire sulla superficie).
Infornate in forno caldo per circa 20 minuti, coprendo la superficie con carta d'alluminio se dovesse scurirsi troppo.

26 commenti:

  1. Ma che spettacolo!!! queste ciabatte sono venute una vera meraviglia. Direi che sono proprio da provare

    RispondiElimina
  2. che meraviglia Claudia! è favoloso questo pane!!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia questo pane. Ho già salvato la ricetta.
    Baci

    RispondiElimina
  4. che meraviglia queste ciabatte! mi hai incuriosito moltissimo e non vedo l'ora di provarle!

    RispondiElimina
  5. resto a bocca aperta tutte le volte che vedo del pane così bello, sei una panificatrice seriale!Troppo brava ! Un bacione

    RispondiElimina
  6. Stupendo questo pane. Idratazione doppia del lievito madre è una novità per me (e non sono proprio una novellina) Figo! Vado a leggere io post originale, intanto i miei complimenti ti è venuto davvero benissimo 👏

    RispondiElimina
  7. Il mio albero illuminato staziona ancora in entrata. Devo decidermi. Faccio sempre un po' fatica a separarmi da lui :)
    Delizioso questo pane. Bello da togliere il fiato!
    Baci!
    MG

    RispondiElimina
  8. devo provare assolutamente queste ciabatte sono spettacolari!!!
    Baci
    Alice

    RispondiElimina
  9. Questa ciabatta è davvero meravigliosa e chissà che profumo con l'aggiunta dello zafferano! Bravissima Claudia, ti auguro una piacevole settimana <3

    RispondiElimina
  10. Neanche nei forni vendono pane così bello!

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo il blog di Sylvain, vado subito a trovarla. Hai fatto un pane favoloso, sono rimasta letteralmente a bocca aperta! Che meraviglia e chissà che soddisfazione! Un bacio

    RispondiElimina
  12. wuauuuuu che meravigliaaaaaaaaaaaaaa posso averne una fetta? Bravissima a presto LA

    RispondiElimina
  13. Urca! Clà, che pane meraviglioso hai sfornato. Ad averla sta ciabatta. Ho giusto un cacciatorino in frigo, ideale per farcirla e gustarmela. Alveolatura bella, grande, perfetta. Complimenti per l'ottimo risultato. È sempre un pò triste togliere gli ornamenti delle festività. Proiettiamo lo sguardo all'estate🌞 e sentiremo meno il peso di queste giornate cariche di pioggia.☔ Buona e serena settimana. Un bacio grande. ❤

    RispondiElimina
  14. Tesoro le tue foto parlano sa sole... anche se non c'è il procedimento in video, sei stata perfettamente in grado di rendere con semplicità l'esecuzione. non mi resta che ocngratularmi per questo bellissimo (e scommetto buonissimo) pane! <3

    RispondiElimina
  15. Edio mi sono innamorata delle tue immagini, che pane favoloso, domani mi arriva un nuovo pezzo di pasta madre perchè quella vecchia purtroppo l'ho lasciata morire e voglio provare questa ciabatta! Un bacione

    RispondiElimina
  16. Che brava!! E che bella incordatura!!
    auguri di buon anno

    RispondiElimina
  17. si, dici bene, feste finite, rimettiamoci in forma! :D ho comprato 3 pacchi di farina integrale per sostituirla alla classica in varie preparazioni, siamo appunto in sintonia :) meraviglioso questo pane, invoglia al morso... dici che è fattibile anche con il lievito di birra? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che sia fattibile.. ma non saprei dirti le dosi.. Ma tu sei bravissima.. lanciati!!!! :-***

      Elimina
  18. uh che meraviglia!!! altro che rimettersi in forma qui... io il tuo pane me lo sto già immaginando zuppo di miele!!!! <3 <3 <3

    RispondiElimina
  19. E' perfettamente alveolato come il pane del mio fornaio, sono estasiata complimenti Claudia!

    RispondiElimina
  20. Te han quedado fantásticas Claudia, ¡enhorabuena! Me alegro mucho de que te haya gustado la receta. Espero que las sigas haciendo a menudo. Un abrazo. Sylvain

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ancora per la tua meravigliosa ricetta!!!!!!! :-D

      Elimina
  21. Che pane meraviglioso....un sogno, bravissima...un abbraccione!!!

    RispondiElimina
  22. Strepitoso questo pane, da rifare!!!!

    RispondiElimina

Lascia traccia del tuo passaggio, mi farebbe piacere! :-D
I commenti solo per invitare a contest, donare premi, pubblicizzare blog o prodotti o per farsi votare ricette, verranno eliminati!

Top blogs di ricette Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette