giovedì 28 ottobre 2010

Torta rustica con cavolfiore e salsiccia


Ammazza che freddo fa a Roma!!!!!! stamattina battevo i denti mentre aspettavo il treno!!!

Questo rustico l'ho preparato la scorsa settimana con qualche ingrediente rimasto in frigo.. sarà... ma a me piacciono troppo.. son veloci da fare (soprattutto con la pasta sfoglia pronta :-) e ti risolvono la cena quando hai fretta e non sai cosa cucinare...

Ingr.: (per 2 persone)
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare (senza burro, nè grassi idrogenati)
2 salsicce
1/2 cavolfiore
1 manciata di olive nere
6 pomodorini "Piccadilly"
2 spicchi di aglio
olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di dado granulare
pepe bianco

Preparazione:
Sbollentate per 10 minuti il cavolfiore tagliato staccando le cimette dal gambo aiutandovi con un coltello e lavato. Bollite la salsiccia in un altro pentolino per far perdere il grasso. In una padella soffriggete l'aglio nell'olio, unite il cavolfiore, la salsiccia tagliata a pezzettini piccoli, i pomodorini a metà, le olive, un pò d'acqua, il dado granulare ed il pepe. Cuocete per una 15ina di minuti a fuoco medio/basso. Ponete la pasta sfoglia srotolata su una pirofila di circa cm. 35x20, tagliate quella che sborda troppo, bucherellatela con una forchetta, riempitela con il composto, con quella avanzata ricavate dei "bigoli" da mettere sulla superficie, ripiegate bene i bordi ed infornate in forno già caldo a 180° per circa 50 minuti o finchè la superficie non si sarà dorata. Fate intiepidire per almeno 20 minuti. Tagliate e servite.


Proponi su OkNotizie

martedì 26 ottobre 2010

Spezzatino di manzo con piselli

E' arrivato l'autunno/inverno!!!!.. mi sento un pò in colpa.. vado lamentandomi da mesi.. ed ora che è arrivato.. vorrei l'estate! ahahahahaah ma noooo sto scherzando!!!! Io oramai son proiettata verso il Natale.. -59 giorni!!!!!
Diciamo che l'inverno non mi dispiace affatto.. è la pioggia e il vento che non si sopporta!!!!

La ricetta di questo spezzatino era già presente nel blog.. soltanto cho la foto non era un gran che... così l'ho leggermente modificata aggiungendo l'insaporitore Ariosto per sughi al pomodoro e la paprika e ve lo ripropongo..... dopo una cottura di 2 ore sapete quale è stato il risultato???? uno spezzatino morbidissimo!!!!

Dato che ne era avanzato un pò.. il giorno seguente.. ho cotto del riso in bianco, aggiunto acqua di cottura allo spezzatino ed unito il tutto... Ottimo!!!!! peccato non aver fotografato... vabbè.... :-D

Ingr.:(per 2 persone)
gr. 600 di spezzatino di manzo
gr. 400 di piselli surgelati
1 carota
1 costa di sedano
1 barattolo grande di pomodori pelati
1/2 bicchiere di Brandy
1/3 di cipolla
olio extravergine di oliva
paprika
1 bustina di Insaporitore ARIOSTO "per sughi al pomodoro" (contiene: sale, aglio, basilico, cipolla, carota, prezzemolo, porro, alloro, sedano, menta e cappero)
farina 00

Preparazione:
Tagliate a bocconcini più piccoli (se necessario) ed infarinate leggermente lo spezzatino. Soffriggete la cipolla, la carota ed il sedano sminuzzati nell'olio, aggiungete la carne e farla rosolare qualche istante a fuoco vivo. Bagnate con il Brandy e lasciate evaporare. Aggiungete i pomodori, i piselli, la paprika e l'insaporitore. Coprite con coperchio e cuocete a fuoco lento per circa 2 ore.
Proponi su OkNotizie

sabato 23 ottobre 2010

Tortino al cioccolato dal cuore caldo

Ricetta presente su "THE GUSTIBUS"

Eccoci qui.. finalmente è sabato!!!!! le previsioni meteo hanno sbagliato nuovamente!!! per oggi prevedevano sole/nuvole.. a me sembra invece che a Roma tra un pò pioverà! mah!!! speriamo di no... io ho i panni stesi... :-O

Finalmente ieri sera... dopo tanti tortini visti nei vostri blog... mi son decisa... e l'ho fatto!!!! la ricetta è della mia amica Donatella.. io ho corretto un pò le quantità e sostituito l'olio al burro...
Diciamo che son stata fortunatissima.. ho sempre letto qui e là.. della problematica della prima volta.. per capire quanto tempo dovessero stare in forno... invece Dony mi ha detto: "cuociono in 12 minuti esatti a 180°.. comunque sia... quando la superficie inizia a gonfiarsi, diventare opaca e si crepa.. è il momento di toglierli".. e così ho fatto! "Che ve lo dico a fà!".. PERFETTI!!!!!... Riccardo al primo assaggio mi ha detto "ammazza è buonissimo!"... e se lo dice lui.. eheheheeheheh :-DDDDD

Ora passiamo allo stampo utilizzato.. non avete notato che il tortino ha la forma di Stella???


.....ma certo che si!!!!! fa parte dei 6 pirottini a forma mista della PAVONIDEA... la conoscete vero????? nooooooo????!!!!allora fatevi un giro sul loro sito.. hanno davvero di tutto e di più per la nostra cucina... stampi in silicone per torte (dai classici per plum-cake, ciambella... ai più particolari a forma di girasole, calla, ecc..)....per cioccolatini.... ma anche accessori (coperchi.. scolapasta.. set di mestolame, ecc..).. vabbè non voglio dirvi altro.. QUI trovate tutti i loro prodotti...

Bè a questo punto voglio farvi vedere una cosa....

... ho ricevuto questo pacco alcuni giorni fa.. sono stata felicissima.. e per questo ringrazio davvero di cuore la PAVONIDEA che mi sta dando la possibilità di provare questi prodotti..
Io sto già smaniando per provare lo stampoo Rosa Bocciolo!!!!!!

Vabbè ora passiamo alla ricetta del tortino..

Ingr.: (per 6 pirottini)
gr. 150 di cioccolato fondente
gr. 65 di olio di semi di mais (nell'originale gr. 80 di burro)
gr. 65 di zucchero a velo (nell'originale gr. 90)
gr. 25 di farina 00 (nell'originale gr. 20)
2 uova

Preparazione:
Sciogliete a bagnomaria (io microonde) il cioccolato con l'olio. Sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete la farina setacciata ed amalgamate bene. Unite infine il cioccolato e mescolate bene Imburrate (io ho oliato) ed infarinate gli stampini e riempiteli per circa 2/3. Mettete in frigo per 2 ore (non è necessario potete infornarli direttamente). Infornate in forno già caldo a 180° per 12 minuti ma dipende molto dal vostro forno la durata.. la prima volta osservateli costantemente e non appena vedrete che la superficie diventerà opaca, inizierà a gonfiarsi e creparsi è il momento esatto per toglierli. Capovolgeteli delicatamente e spolverizzateli con zucchero a velo. Vanno mangiati caldi/tiepidi.
Quelli che non cuocete, potete surgelarli e cuocerli quando volete ad una temperatura di 200° per circa 15 minuti (controllate semrpe la superficie come sopra detto).
Proponi su OkNotizie

venerdì 22 ottobre 2010

Fusilli con zucchine e provolone

E dopo il sole di ieri.. Roma è sprofondata nuovamente in un cielo grigio e minaccioso di pioggia! l'unica cosa positiva è che siamo alle soglie del week-end.. e non è poco!!!!! :-D

Questa è stata la pasta che ho cucinato ieri sera.. molto veloce... molto semplice... molto gustosa!

Buon fine settimana!!!!!!

Ingr.: (per 2 persone)
gr. 300 fusilli
3 zucchine
cipolla
4 fette di provolone (quelle confezionate già tagliate)
olio extravergine di oliva
dado granulare senza glutammato
pepe bianco
prezzemolo
parmigiano

Preparazione:
In una padella fate saltare nell'olio qualche minuto la cipolla sminuzzata e le zucchine tagliate a mezzaluna. Unite 2 cucchiaini di dado granulare, 1/2 bicchere di acqua calda, un pò di prezzemolo tritato ed una spolverata di pepe bianco. Fate cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti o finchè le zucchine non saranno cotte. Scolate la pasta al dente (tenendo da parte 1 mestolo di acqua di cottura), amalgamatela alle zucchine, fate saltare a fuoco vivo unendo anche il provolone tagliato a pezzettini finchè quest'ultimo non sarà completamente sciolto (se si asciuga troppo unite un pò di acqua di cottura della pasta). Servite spolverizzando di parmigiano a piacere.

Proponi su OkNotizie

giovedì 21 ottobre 2010

Pollo marinato al forno con patate novelle


Buongiorno a tutte... ed oggi su Roma è tornato a splendere il sole.. anche se le temparature si son decisamente abbassate!!


Questo pollastro l'ho cucinato domenica scorsa per il pranzo con Riccardo e la mia mamma...
non statevi là a chiedere che cosa ha questo pollo di particolare.. e bla..bla..bla.. è semplicemente un pollo con patate!!!!!! dai suuu.. mi piace scherzare un pò con voi.. prendervi in giro.. posso?? :-DDDDD
Comunque una particolarità c'è... la marinatura per tutta la notte!!!!!
Io non avevo mai fatto questa procedura.. però ho voluto provare.. ed effettivamente ha conferito al pollo più sapore fin nell'interno (come notato dalla mia mamma).. ma anche una particolare morbidezza...

Ingr.: (per la quantità che vedete nella foto)
1 pollo a pezzi da kg. 2,00
vino bianco secco
2 spicchi di aglio
1 bustina e 1/2 di insaporitore ARIOSTO "per carni arrosto e ai ferri" (contiene: sale, rosmarino, aglio, salvia, ginepro, alloro, origano, timo, maggiorana e basilico)
Contorno: (quantità in foto)
2 confez. di patate novelle sottovuoto sbucciate
1 bustina di insaporitore ARIOSTO "per patate fritte ed arrosto" (contiene: sale marino, aglio, rosmarino, salvia, ginepro, basilico, maggiorana, origano, alloro, coriandolo e prezzemolo)
olio extravergine di oliva

Preparazione:
Mettete i pezzi del pollo in una ciotola capiente con l'aglio e l'insaporitore e versate vino per metà del pollo, girate bene, coprite con pellicola trasparente e ponete in frigo per tutta la notte. Foderate una lastra forno con carta forno, adagiatevi i pezzi del pollo (niente olio che tanto il pollo lo tira fuori da sè), bagnateli con la marinatura e mettete in forno caldo a 180° per circa 1 ora, ultimi 5 minuti con grill alla max potenza 220°.
Contorno: mescolate le patate con dell'olio e l'insaporitore, ponetele ben distanziate su una lastra forno foderata di carta forno ed infornate a 180° per circa1 ora.
Proponi su OkNotizie

mercoledì 20 ottobre 2010

Penne al pesto di pistacchi


Brrrrrrrr che freddino oggi su Roma.. ed anche il tempo non è dei migliori.. ho preso anche due gocce d'acqua mentre venivo a lavoro.. vabbè.. semrpe meglio di quel vento micidiale di ieri!!!!!!!!.. e Natale... è semrpe più vicino... -65!!!!!!!! :-D

Dite la verità... vi è mancato questo tipo di ricetta!!!!.. in fin dei conti.. ero o no la "maga dei pesti"? ...si... si.. mi piace suonarmela e cantarmela da sola.. embè?? ahahahahaha :-D
So che non è molto originale.. ne vendono di vasetti già pronti.. di sicuro ottimi... magari fatti con i pistacchi di Bronte!! (che io non ho mai avuto il piacere di mangiare).. invece il mio pesto.. è stato fatto con pistacchi secchi comprati al supermercato ,-) hihihihihhi.. ma vi posso dire che era buonissimo lo stesso!.. ho deciso di aggiungere anche qualche fogliolina di basilico ed un pizzico di parmigiano... ;-)

Ingr.: (per 3 persone)
gr. 500 di penne rigate
6 foglie di basilico (per decorazione piatti)
parmigiano
per il pesto:
gr. 250 di pistacchi da sbucciare
10 foglie di basilico
1 spicchio piccolo di aglio
olio extravergine di oliva

Preparazione:
Sbucciare e levare la pellicina esterna dei pistacchi (se non viene del tutto via non fa nulla) e frullarli qualche secondo con l'aglio, il basilico e l'olio; dopodichè ponetelo in una padella. Cuocere la pasta in acqua salata e scolarla al dente, tenendo da parte un pò d'acqua di cottura. Unite un pò di acqua di cottura al pesto ed amalgamate, aggiungete la pasta e mantecate qualche istante a fuoco vivo, unendo altra acqua di cottura se dovesse asciugarsi troppo. Servite cospargendo di parmigiano a piacere e le foglioline di basilico per decorazione.


Proponi su OkNotizie

martedì 19 ottobre 2010

Bocconcini di pollo con piselli

Ragazze io volevo ringraziarvi per tutti i commenti che mi avete lasciato per il mio 2° blog compleanno!!!! in fin dei conti.. se il blog esiste ancora..... è anche grazie a voi che mi date un motivo per tenerlo in piedi!!!!! :-D
Vi abbraccio una per una!!!!!!!!

La ricetta di oggi sarà un pò banaluccia.. ma quello che volevo sottolineare è un piccolo esperimento che ho fatto... Ho voluto utilizzare l'insaporitore ARIOSTO.. "per sughi a base di pomodoro".. direte voi.. "embè.. dove sta la novità! che ci sta di strano?".. ma si che c'è!!!!!! vi pare questo un piatto con del sugo??? No! ecco... appunto!!!!
Dato che questo insaporitore contiene "
sale, aglio, basilico, cipolla, carota, prezzemolo, porro, alloro, sedano, menta e cappero".. ho pensato fosse perfetto per insaporire piselli e carne!!!!!
Mi dovrà scusare "Mr. Saverio" se non ho utilizzato questo prodotto per lo scopo per il quale è nato.. ma mi creda.. ha insaporito perfettamente questo secondo!!!!!


Ingr.: (per 2 persone)
4 fette di petto di pollo
gr. 300 di piselli fini surgelati
1 confezione di pancetta affumicata
1 bustina di insaporitore Ariosto per "sughi a base di pomodoro" (contiene: sale, aglio, basilico, cipolla, carota, prezzemolo, porro, alloro, sedano, menta e cappero)
cipolla
olio extravergine di oliva
vino bianco secco

Preparazione:
Tagliate i petti di pollo a cubetti. Soffriggete in una padella la cipolla a pezzettini con la pancetta. Unite il petto di pollo, farlo saltare qualche minuto, sfumate col vino bianco e fate evaporare. Aggiungete i piselli, l'insaporitore ed acqua calda tale da coprire quasi interamente piselli e carne. Fate cuocere per una 30ina di minuti o finchè i piselli saranno cotti.


Proponi su OkNotizie

lunedì 18 ottobre 2010

Torta Paradiso con crema al latte e 2° Blog-Compleanno!

Buon inizio settimana e...

.......Buon 2° Blog-Compleanno a me!!!!!!
Eh si.. son già passati 2 anni da quel giorno nel quale per gioco aprii questo blog.. inutile ripetere i dettagli del come e perchè (per quello vi rimando QUI).. ma... non smetterò mai e poi mai di ringraziare tutte le persone che mi hanno sostenuto.. commentato.. regalato un sorriso venendo a trovarmi quasi quotidianamente!
Quella fetta che vedete è per voi!!!!!!!!!!!

Bene... veniamo a questa fantastica torta..
Chi di voi non conosce la mitica "Kinder Paradiso"???? io l'ho semrpe adorata... ed avevo anche una ricetta con la quale la preparavo.. ma scoperta la mia intolleranza al lattosio ho dovuto proprio metterla da parte perchè nell'impasto vi era talmente tanto burro che se avessi dovuto sostituirlo con l'olio credo sarebbe venuto un dolce troppo unto!
Poi un giorno girovagando nei vostri blog che ti vedo? queste "Delizie Paradiso"
preparate da Morena del blog "Menta e Cioccolato" ... ed è stato amore a prima vista... soltanto 40 gr. di burro nell'impasto???? ovviamente ho salvato la ricetta ripromettendomi di farla presto! la crema al latte è praticamente identica a come la facevo io... l'impasto l'ho solo leggermente modificato... (tra parentesi le dosi originali)
Ne è uscita fuori una torta sofficissima... che davvero si scioglieva in bocca... con quella crema al latte poi!!!!... insomma vi ho convinto????? provatela.. che aspettate!!!! :-D


Ingr.: (stampo da diam. 26)
per la base:
4 uova
gr. 125 di zucchero
gr. 80 di farina 00 (nell'originale gr. 125)
gr. 80 di fecola di patate (nell'originale gr. 25 di maizena)
gr. 32 di olio di semi di mais (nell'originale gr. 40 di burro)
gr. 8 di acqua (nell'originale dato che c'è il burro nell'impasto non è prevista e non occorre)
1 cucchiaino abbondante di lievito
1 pizzico di sale
scorza di 1 limone grattugiata

per la crema al latte:
1/2 litro di latte di riso
gr. 50 di frumina
gr. 100 zucchero
1 cucchiaio di miele
ml. 200 di panna vegetale da montare (ho usato "Ullallà")

in alternativa:
ml. 300 di panna vegetale da montare col miele

Preparazione:
Per la base:
Setacciate insieme la farina con la fecola ed il lievito. Montate a neve ben ferma 2 albumi con 1 pizzico di sale. Montate le 2 uova intere ed i 2 tuorli con lo zucchero e la scorza di limone per circa 5 minuti con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto molto gonfio e chiaro. Unite molto delicatamente le farine poco per volta continuando con le fruste elettriche. Aggiungete sempre delicatamente metà degli albumi montati, poi l’olio, l’acqua ed infine gli albumi rimasti. Versate il composto in uno stampo foderato alla base con con carta forno e ad i lati oliato (se non avete la carta forno imburrate o oliate e poi infarinate lo stampo). Infornate a 180° per circa 40 minuti + 5 a fuoco spento. A fine cottura perderà un pò del suo volume.
Per la crema:
Versione Microonde: in un tegame in pyrex mettete lo zucchero, la frumina setacciata ed aggiungete mescolando piano piano tutto il latte. Ponete in microonde alla max potenza per 10 minuti, girando dopo 5.
Versione tradizionale: mettete il latte in un tegame e portarlo quasi ad ebollizione. In un altro tegame mettere la frumina e lo zucchero; aggiungere il latte a filo. Mettere il composto sul fuoco e farlo addensare.
Quando la crema sarà intiepidita, copritela con una pellicola e ponetela in frigo. Montate la panna con il miele ed unitela delicatamente alla crema al latte. Tagliate la torta a metà e mettete la parte inferiore nello stampo (usato per cuocerla) precedentemente foderato di pellicola trasparente. Versate la crema e livellate bene. Rimettete la calotta, coprite con pellicola trasparente e mettete in frigo per alcune ore (io per tutta la notte). Quando la torta sarà fredda capovolgetela su un vassoio, togliete la pellicola trasparente e spolverizzate con zucchero a velo .
Proponi su OkNotizie

mercoledì 13 ottobre 2010

Polpettone farcito con mortadella e provolone

Buongiornooooo!!!!! eccomi oggi rientrata a lavoro... non ho avuto nulla di che.. a parte una spaventosa emicrania!!!! ma ti credo.. con questi cambi repentini del meteo... da sole.. a pioggia.. vento.. vabbè....

Questo polpettone l'ho preparato ieri sera per cena.. non è molto light certo.. però.. ogni tanto "ce vò".. vero?????
Ho utilizzato l'insaporitore per carni senza glutammato della Ariosto... azienda che già conoscevo di nome... chi non ha mai visto i loro prodotti negli scaffali del supermercato?.. comunque sia non avevo avuto modo di provarli.. e questa possibilità mi è stata data proprio da Loro.. che ringrazio moltissimo!

Ingr.: (per 2/3 persone)
gr. 250 macinato di manzo
2 salsicce
1 uovo
1/2 bustina di insaporitore Ariosto per carni (contiene: sale, rosmarino, aglio, salvia, ginepro, alloro, origano, timo, maggiorana, basilico e piante aromatiche)
parmigiano
pangrattato
1 fetta di mortadella
6 fettine grandi di provolone piccante (ho utilizzato quelle già pronte tagliate)
olio extravergine di oliva
vino bianco secco

Preparazione:
Amalgamate il macinato con le salsiccie sbriciolate, l'uovo, l'insaporitore, il parmigiano e il pangrattato sufficiente affinchè il composto sia omogeneo e compatto (ma non troppo duro). Appiattite su della carta forno per formare un rettangolo alto circa 1 cm., adagiate su di esso la mortadella e le fette di provolone....


..... arrotolate (tipo rollè) aiutandovi con la carta forno; sigillate bene il tutto affinchè non ci siano rischi di fuoriuscite...

... Ponetelo in frigo per almeno una mezz'oretta dopodichè adagiatelo su una pirofila leggermente unta d'olio, bagnate il fondo con un pò di vino ed infornate in forno già caldo a 180° per circa 1 ora. Lasciate intiepidire per almeno 30 minuti, tagliate e servite.
Proponi su OkNotizie

lunedì 11 ottobre 2010

Buona colazione a tutti...


Ma che bella giornata di sole su Roma vero????? oggi son rimasta a casa che non mi sentivo proprio al top... e come tirarsi un pò su??? ma con una bella colazione!!!!! Mi sono deliziata con il plum-cake alla vaniglia naturale del Madagascar della "Loison Pasticceri dal 1938"

... sicuramente molte di voi già conosceranno questa Azienda specializzata nella produzione di panettoni, pandori, dolci, colombe e biscotteria con lavorazione artigianale di altissima qualità... Oltre alla bontà dei loro prodotti ho notato che curano tantissimo anche le confezioni... ad esempio... per quanto concerne i panettoni... se andate a dare un'occhiatina QUI... vi renderete conto.. che ogni panettone può essere confezionato differentemente a seconda dell'occasione... sfogliate il "catalogo Loison per il Natale 2010" così ve ne renderete conto.. E poi la varietà dei tipi di panettoni è immensa... dai gusti più tradizionali al cioccolato, al limone, al caffè, alla crema.. a quelli più particolari come all'amaretto, al chinotto, al fico, all'amarena, all'albicocca e zenzero, al mandarino e al prosecco...
Tutte le fasi di lavorazione dei prodotti rispecchiano, la naturalezza e la lentezza dei processi, dalla lievitazione, che dura ben 72 ore e che si basa sulla genuinità del lievito madre naturale a bassa acidità, fino al raffreddamento, fondamentali per garantire la freschezza e la fragranza dei prodotti nel tempo. E' un'azienda dove i principi sui quali Dario Loison.... oggi titolare dell'azienda.... ha improntato la propria attività sono stati tramandati dal nonno al padre.. e dal padre al figlio... è quindi la storia di tre generazioni che hanno saputo mettersi continuamente in discussione per stare al passo con i tempi e con i gusti.

Oltre al "Plum-cake alla vaniglia naturale del Madagascar" che ho trovato davvero ottimo... preparato con ingedienti naturali e selezionati.. ho avuto modo di assaggiare anche i "Canestrelli in astuccio" (biscottini al burro e miele).... le "Favette in sacchetto" (pasticcini al cioccolato, burro e miele).. e i "Caffettini monodose" (biscottini al caffè)... e per Natale mi riservo di assaggiare il "Panettone Classico nella confezione Emozioni tipo Bauletto".... che son sicura mi soddisferà tantissimo.. :-D

Purtroppo io ho potuto solo assaggiare.. in quanto a causa della mia intolleranza al lattosio non ho potuto esagerare.. ma ne è davvero valsa la pena!!!!!! ;-)

Bene.... non mi resta che ringraziare la Loison.... che mi ha dato la possibilità di assaggiare alcuni dei suoi eccezionali prodotti..

Proponi su OkNotizie

domenica 10 ottobre 2010

Plumcake con marmellata di albicocche e cioccolata

(Piatto portata ovale medio Linea "Montefeltro" di LABORATORIO PESARO Design Factory)

Buongiorno!!!!!! pure oggi giornata piuttosto fresca..... ma almeno non c'è quel vento pazzesco di ieri!!!!!!

Qualche giorno fa avevo voglia di fare un dolcetto utilizzando sia la confettura di albicocche bio Casa Barone ma anche la cioccolata avanzata delle uova di Pasqua... così mi son messa a girare nel web per vedere se trovavo qualcosa che facesse al mio caso.. e son finita nel blog "I fiori di Loto" ed ho visto il suo "plumcake con cuore di marmellata".. così.. con qualche piccola aggiunta ed omissione ecco qui il mio plumcake!!!!! Molto morbido! :-D e poi questa confettura è strepitosa!!!!
Calcolate che in questo momento ho finito di mangiarmi l'ultima fetta.. era ancora morbido!!! :-)
Per la ricetta originale vi rimando direttamente da LEI.. Grazie Paola per questo plumcake!

Ingr.: (per uno stampo di cm. 24 x 10 - misure interne)
gr. 250 di farina che lievita Molino Spadoni (in alternativa farina 00 + 1/2 bustina di lievito)
gr. 130 di zucchero semolato
2 uova
1\2 bicchiere di latte delattosato (meno dello 0,1% di lattosio)
3 cucchiai di olio di semi di girasole
1 bustina di vanillina
gr. 50 di cioccolato fondente
gr. 230 di confettura extra di albicocche bio Casa Barone

Preparazione:
In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero e l’olio per alcuni minuti, unite il latte e mescolate per ben amalgamare. Aggiungete la farina setacciata (io ho utilizzato lo spargifarina della PEDRINI) e la cioccolata spezzettata grossolanamente. Ungete uno stampo da plumcake (io ho utilizzato questo in silicone della PAVONIDEA), mettete 2/3 dell’impasto, distribuite la marmellata e coprite con il resto dell’impasto....

Infornate in forno preriscaldato a 180° per circa 50 minuti. Fate sempre la prova stecchino. Attendete che sia freddo per toglierlo dallo stampo.


Proponi su OkNotizie

giovedì 7 ottobre 2010

Cavolo cappuccio in agrodolce

Ahhhh ma che bella giornata oggi a Roma!!! e non fa nemmeno tanto caldo.. peccato non potersela godere!!!!

Dato che mi era avanzata poco più della metà di un' intera verza liscia (quasi metà l'ho utilizzata per gli involtini dell'altro giorno)... ho pensato di cucinarla in agrodolce.... certo.. è solo per chi ama questo genere di sapore... :-)

Ingr.: (per 5 persone)
poco più della metà di 1 verza liscia (cavolo cappuccio)
1/2 cipolla
4 manciate di uvetta
2 misurini di dado granulare
sale
pepe bianco
20 cucchiai di aceto
3 cucchiai di miele (ho usato il millefiori)
olio extravergine di oliva

Preparazione:
Tagliate a listarelle la verza, lavatela e scolatela. Mettete l'uvetta in ammollo in acqua. Tagliate la cipolla a pezzetti e fatela soffriggere in olio, unite la verza, fate saltare qualche istante, aggiungete acqua quasi a ricoprirla interamente, il dado granulare ed il pepe e cuocere per 1 ora a fuoco medio con coperchio. Strizzate bene l'uvetta ed aggiungetela in padella insieme al miele ed all'aceto. Aggiustate di sale se occorre. Proseguite la cottura per altri 30 minuti o finchè non sarà cotta.
Proponi su OkNotizie

mercoledì 6 ottobre 2010

Pomodorini gratinati con pasta di acciughe e Nuovo aggregatore

Ed oggi su Roma è tornato il sole... ed il clima è ababstanza mite...

Prima di passare alla ricetta.. volevo parlarvi di un nuovo aggregatore SMILLA MAGAZINE
...al quale mi sono unita da oggi... è semrpe una bella opportunità per accrescere la visibilità dei nostri blog no???? Quindi andate a dare un'occhiata.. è ben fatto a mio dire! :-D

Ieri sera volevo fare i pomodorini al forno come contorno veloce.. dopo avere visto la ricetta pubblicata da Marifra qualche giorno fa.. questa QUI!!!
Ho apportato però sul momento qualche modifica.. più che altro aggiunta... che l'ha resi.. a mio parere.. più sfiziosetti ancora! :-D
Certo è... che talmente ci son piaciuti... credo che li farò più spesso.. magari con altre varianti!

Le quantità sono tutte a vostro piacere e dipendono da quanti pomodorini volete fare...

Ingr.:
pomodorini "Piccadilly"
pangrattato
origano
pepe bianco
sale
pasta di acciughe
olio extravergine di oliva

Preparazione:
Lavate, tagliate a metà e posizionate i pomodorini su una teglia foderata di carta forno. In una ciotola mescolate tutti gli ingredienti in maniera tale da avere un composto compatto. Ponetene un cucchiaino su ciuascuna metà dei pomodorini. Spolverizzare di altro origano, unite un filo di olio ed infornate in forno caldo a 180° per circa 25 minuti.

Proponi su OkNotizie

martedì 5 ottobre 2010

Involtini di pollo con verza e carote


Mamma mia che caldo che fa a Roma.. ci sta uno scirocco insopportabile.. vabbè.. speriamo almeno che non piova...

Giorni fa Ric al posto della verza riccia.... che solitamente compro....mi ha preso quella liscia.. per capirci.. quella che si usa per fare i crauti! ecco... allora mi son detta... "ma se non voglio fare i crauti come posso cucinarla?"... poi mi son ricordata che si trova nel ripieno degli involtini primavera.. che io amo tantissimo.. e così son nati questi involtini...

La quantità di verza da me utilizzata.. forse tanta... è avanzata per un bel contorno!!!!!

Ingr.: (per 2 persone)
6 fette di petto di pollo sottili
meno della metà di 1 verza liscia (cavolo cappuccio)
1 carota e 1/2
1/4 di cipolla
2 cucchiaini di dado granulare senza glutammato
paprika
olio extravergine di oliva
sale
farina 00

Preparazione:
Tagliate la verza a listarelle, lavatela e scolatela. Tagliate la cipolla a pezzetti e la carota a bastoncini, ponetele in una larga padella e fate soffriggere per qualche minuto. Aggiungete la verza, fate saltare qualche istante ed unite la paprika ed 1 bicchiere di acqua nel quale avrete sciolto il dado granulare. Coprite e fate cuocere a fuoco medio/basso per circa 40 minuti; dopodichè trasferite in un piatto fondo. Stendete e battete leggermente il petto di pollo, adagiate su ogni fetta un pò di composto. Formate l'involtino e chiudete con uno stuzzicadenti. Passateli nella farina e poneteli nella padella dove avete cotto la verza, aggiungendo un pò di olio, sale, un pò di liquido di cottura della verza e qualche striscia di verza. Cuocete a fuoco medio/basso per circa 20 minuti o finchè gli involtini non saranno cotti.

Proponi su OkNotizie

lunedì 4 ottobre 2010

Crostata con pere e cioccolata


Ricetta presente su "The Gustibus"

Buon lunedì :-D
.. no..no.. non sono sparita.. anche se ci speravate dite la verità!!!! niente più meteo.. niente più countdown.. vero??????? ahahahahah invece.. eccomi qua!!!!!!
Sono stata un pò lontana dai fornelli quest'ultima settimana.. ha cucinato quasi semrpe Ric.. ehehehe.. è che questo periodo mi mette una totale "voglia di far niente" che non vi dico!! vorrei.. dormire.. dormire.. dormire.. ma non posso andare in letargo????
Però... ieri pomeriggio mi son imposta di preparare almeno un dolce (veramente me lo ha chiesto sabato Ric.. che si è accorto che non facevo una "goloseria" da un pò..).. ed ho pensato ad un classico.. una crostata con pere e cioccolata!!!! Ahhhhhh certo... io non so se esista una ricetta in particolare.. fatto sta che non ho voluto esagerare con un composto di cioccolata perchè volevo si sentisse il sapore delle pere!!!

Spero vi piaccia!!!!!!! :-)
Ingr.: (per una teglia da cm. 25)
Per la pasta frolla:
gr. 300 farina
gr. 100 zucchero
gr. 95 di olio di semi
1 uovo + 1 tuorlo
1 bustina di vanillina
1 pizzico di sale
1/2 bustina di lievito

Per il ripieno:
1 e 1/2 pere Kaiser
cognac (a piacere)
2 manciate abbondanti di mandorle spellate
cioccolata alla cannella (questa QUI, tipo la nutella, ma senza latte)

Preparazione:
Sbucciate, tagliate le pere a fettine e bagnatele con del cognac. Tritate le mandorle.
Preparate la pasta frolla: disponete la farina a fontana su una spianatoia e rompeteci l'uovo dentro + il tuorlo, a mano a mano aggiungere lo zucchero, l'olio, la vanillina, il sale e per finire il lievito. Impastate bene. Ponete 2/3 dell'impasto su una teglia di alluminio unta di olio, spianare bene e bucherellate con la forchetta la superficie.
Distribuite le mandorle tritate ed adagiatevi sopra le fette di pera, posizionate prima a raggiera e poi con quelle rimanenti riempite tutti gli spazi vuoti. Distribuite cucchiaiate di cioccolata (leggermente scaldata per renderla più fluida), spalmandola leggermente sulle pere. Con l'impasto rimanente ricavate dei bigoli che metterete sopra tipo grata. Ripiegate i bordi ed infornate a 180° per 40 minuti + ulteriori 5 a fuoco spento
Servite ben fredda.
Proponi su OkNotizie
Wikio - Top dei blog - Gastronomia
Top blogs di ricette